Transformers

861a0746d2953997f3d1cd73dc6e8887.jpgHo visto tutti i film di Michael Bay e alla fine sono giunto alla seguente conclusione: non è un grande regista. Intendiamoci: io impazzisco per il suo stile in alcuni punti. Odio dirlo, ma mi piace quando è retorico, ridondante, epico, barocco con quelle inquadrature dal basso, controluce o al tramonto, con le slow motion, le riprese circolari e tutti i vari repertori di battute eroiche fuori luogo “Oh my God!” e assurde ironie. A un certo punto del film un personaggio esclama: “Questo è 100 volte più figo di Armageddon!” (sempre di Bay). È anche un regista capace di dare adrenalina, che affianca alle colonne sonore manieriste sinfoniche neoromantiche del grande Steve Jablonsky pezzi hard rock dei Linkin Park et similia. È infine un regista che ama rumori ed esplosioni e che ha un grosso incredibile assurdo difetto: non è capace di gestire le scene d’azione, che in molti casi sono talmente frenetiche e confuse da risultare incomprensibili. Insomma, è intollerabile che chi ha a disposizione un budget pressoché illimitato, un produttore esecutivo come Steven Spielberg e la tecnologia allo stato dell’arte non riesca a far capire allo spettatore cosa sta succedendo. E vi assicuro che pur mettendoci tutta la mia attenzione e pur guardando il film su uno schermo enorme in vari punti non sono riuscito a capire bene l’azione. Se ci pensate bene è davvero assurdo e i casi sono due: o io sono troppo vecchio per questi film o lui (Bay) ha un problema nel girare queste scene. Per salvare la mia autostima e confortato dai pareri che ho raccolto in giro propendo per la seconda opzione.

E infatti le scene migliori del film sono quelle senza azione: sono le divertenti disavventure amorose del bravo Shia LeBouf, le farneticazioni dell’agente semi segreto John Turturro e le parti in cui i Transfomers, come veri e propri giocattoli per bambini, cercano di nascondersi ai “grandi” palesandosi solo ai più piccoli (e molti ci hanno visto la mano di Spielberg). Come ha scritto qualcuno: “il resto è rumore”.

Uno dei primi blockbuster girati interamente in digitale, grande successo in tutto il mondo. Film senz’anima per maschietti che giocavano da piccoli 10 o 20 anni fa coi Transformers e per i ragazzini che ci giocano oggi. Bay ha annunciato di voler arrivare fino a Transformers 6. Speriamo di no. Per me 2 stelle. Riccardo

(Medusa Multicinema, Rozzano, 04 luglio 2007)

Transformersultima modifica: 2007-07-06T09:45:00+02:00da riccardoso
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento